SporTrentino.it
Mondosport

Sfida tra biancorossi al San Nicola: c'è anche Cheddira

Mentre continua a salire la febbre per il Mondiale del Qatar, che da poco preso il via, i ragazzi di Pierpaolo Bisoli si recheranno a Bari per disputare la partita contro i galletti valida per la tredicesima giornata di serie B. La quattordicesima giornata si giocherà il 27 novembre, dopo una settimana di pausa per il Mondiale. La Serie A avrà invece una pausa più lunga, dal 13 novembre al 4 gennaio.

Con il pareggio contro il Cagliari, una delle squadre favorite per la vittoria finale, i Rot-Weiß hanno dimostrato di saper affrontare sfide di un certo livello senza perdere la concentrazione. Ora al San Nicola si confronteranno con una squadra che nella scorsa giornata è riuscita a strappare un pareggio contro il Benevento. I ragazzi di Cannavaro, infatti, sono riusciti a mantenere alto il pressing anche dopo il gol del vantaggio di Improta, riuscendo a pareggiare grazie a un calcio di rigore trasformato da Cheddira, arrivato dopo il tocco di mano in area di Letizia.
Benché il Bari sia quinto in classifica ed il favorito secondo i bookmaker, come Cloudbet, che ne dà la vittoria a 1.88, i ragazzi di Mignani sanno che gli avversari di sabato sono da tenere d’occhio. Da quando Bisoli si è insediato la formazione bolzanina è rimasta imbattuta, registrando cinque vittorie e quattro pareggi.
In particolare, Bisoli e i suoi dovranno tenere d’occhio proprio Walid Cheddira: il giocatore classe 1998 è uno dei soli quattro giocatori della serie B ad essere stato convocato per il Mondiale in Qatar, dove vestirà la maglia della nazionale marocchina. Cheddira è nato in Italia, a Loreto, da genitori marocchini e ha debuttato nel mondo del calcio professionistico molto giovane, partendo dal Loreto fino ad arrivare in Serie A con il Parma. Dopo un periodo in Serie C, si è fatto notare in Serie B collezionando 14 gol e 5 assist in 15 partite ufficiali. Il giovane calciatore del Bari troverà in squadra giocatori del calibro di Hakimi del PSG, Mazraoui del Bayern Monaco, Ziyech del Chelsea, Sabiri della Sampdoria e Amrabat della Fiorentina. Sul profilo Instagram ufficiale del Bari è presente il video che ha catturato il momento in cui il ventiquattrenne ha scoperto di essere stato convocato dalla nazionale: salta dal divano e abbraccia i suoi cari, con tanto di coriandoli sparati in aria, incredulo del sogno che sta vivendo. La nazionale marocchina è nel gruppo F con Canada, Croazia e Belgio, un girone non facile per la presenza dei secondi e dei terzi classificati del mondiale in Russia del 2018. Il 23 novembre il Marocco affronterà al debutto proprio la Croazia, ma la nazionale di Cheddira non è la favorita: la loro vittoria è infatti quotata 4.77 su Cloudbet, una tra le tante opzioni disponibili per scommettere durante la competizione.
Il Bari di Cheddira è invece favorito per il match al San Nicola, dove scenderanno in campo due team che non hanno in comune solo i colori sociali, ma anche il fatto di essere squadre da record: il Bari infatti ha partecipato a 30 edizioni del campionato di Serie A, diventando la prima squadra pugliese e la terza del Mezzogiorno per numero di presenze nel massimo campionato italiano. Il Fussball Club Südtirol, invece, con la sua promozione dalla Serie C e il debutto in Serie B nel campionato in corso, è diventata l’unica società del Trentino Alto Adige ad aver raggiunto questo traguardo da quando si è passati al girone unico. Al San Nicola si assisterà senz’altro a una sfida interessante, che farà da preludio alla pausa per la tanto attesa Coppa del Mondo FIFA. Nonostante la mancata qualificazione della nazionale italiana, sarà emozionante seguire le avventure quatariote di giocatori come Cheddira e degli altri convocati, a cui facciamo un grande in bocca al lupo.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,515 sec.